• Mer. Ott 5th, 2022

Pagine del Cilento

Portale di informazione, news, cronaca, attualità della provincia di Salerno.

Addio a Nonna Filomena D’Angelo. Era tra le donne più longeve del Cilento

DiAlessandra Pazzanese

Set 21, 2022

E’ venuta a mancare ieri sera, circondata dall’affetto dei suoi cari, una delle donne più longeve del Cilento: Filomena D’Angelo. La nonnina di tutti aveva 105 anni ed era tanto amata per la sua dolcezza e discrezione. Nata nel 1917, unica donna tra otto figli, era tra le poche persone viventi ad aver assistito alle due guerre mondiali, seppur troppo giovane per ricordare la I Guerra Mondiale, in lei erano vivissimi i racconti dei suoi amati genitori e fratelli che ne erano stati protagonisti. Riguardo alla II Guerra Mondiale raccontava con amore e dolcezza, a quanti glielo chiedevano, gli orrori di quel periodo parlando spesso, e con tanta nostalgia, dei suoi amici partiti per la guerra senza far mai ritorno. Nonna Filomena nel 2017, al compimento del centesimo anno d’età, fu omaggiata dal Comune di Roccadaspide, retto dal sindaco Gabriele Iuliano. Filomena, infatti, era originaria proprio di Roccadaspide e aveva trascorso la sua infanzia nella frazione di Serra, da alcuni anni viveva ad Albanella, presso l’abitazione della sua unica figlia. Nel 2020, con grande soddisfazione di medici ed infermieri, fu operata al femore presso l’Ospedale di Roccadaspide, aveva 103 anni, ma grazie anche alla sua forza d’animo, riuscì a superare anche quel brutto momento. Ieri sera ha lasciato la figlia Lucia, detta Rosa, il genero Vincenzo Cerruti, il nipote Giandomenico con la mogli Antonella, Giuseppe Iuliano, marito della cara nipote Pina, scomparsa in giovane età a causa di un male incurabile, e il pronipotino, Carmine. Il destino ha voluto che Nonna Filomena lasciasse questa terra proprio nello stesso giorno, il 20 settembre, in cui giusto 15 anni fa venne a mancare suo marito, Pasquale Scorziello. La cerimonia funebre si terrà domani, giovedì 22 settembre, alle ore 10:00, presso la Chiesa della Natività di Roccadaspide.

Alessandra Pazzanese