• Mar. Giu 18th, 2024

Pagine del Cilento

Portale di informazione, news, cronaca, attualità della provincia di Salerno.

Postiglione, consegnato a Palazzo di Città un riconoscimento al volto televisivo “Marione”.

DiAlfonso Verruccio

Mag 22, 2024

 

È stato consegnato questa mattina, presso l’aula consiliare di Palazzo di Città, a Postiglione, un attestato di riconoscimento al performer e star dei social , Mario Forlano in arte “Marione”.
Trentadue anni, residente a Postiglione, nel salernitano, Mario Forlano è conosciuto sui social e in televisione per le parodie tramite le quali ha riscosso un importante successo tanto da diventare una vera e propria star e debuttare in tv nel noto programma targato Mediaset “Tu Si Que Vales”. Ironia che fa divertire il pubblico ma che affronta temi sociali importanti come l’obesità ma anche le radici e l’attaccamento alla propria terra. Un giovane talento postiglionese al quale questa mattina, il sindaco Carmine Cennamo, l’amministrazione comunale e il consiglio comunale, hanno voluto ringraziare con la consegna di una targa di riconoscimento per -“i meriti conseguiti e il successo ottenuto attraverso lo studio e il sacrificio, facendo conoscere Postiglione in tutta Italia e nel mondo”.
“Siamo orgogliosi di annoverare un nostro concittadino così illustre- dice il sindaco Carmine Cennamo. -A Postiglione tutti abbiamo visto crescere Mario Forlano e ne conosciamo i sacrifici ma anche la dedizione e l’impegno nel realizzare quel suo sogno che aveva sin da bambino e che lo ha visto debuttare in TV e sui palchi di tutta Italia. A lui- chiosa il primo cittadino – vogliamo esprimere a nome del consiglio comunale e della comunità, la nostra gratitudine verso un giovane che ha fatto carriera senza mai dimenticare il suo paese natio e promuovendone usi, costumi e tradizioni. Siamo fieri di Mario, siamo fieri delle sue battaglie sociali e siamo fieri di annoverare un nostro concittadino tra le star della televisione. Un successo -conclude il sindaco Cennamo – che si è realizzato grazie alle capacità e alla bravura di Mario ma anche grazie al sostegno dei suoi genitori e della sua famiglia”.