• Mer. Apr 24th, 2024

Pagine del Cilento

Portale di informazione, news, cronaca, attualità della provincia di Salerno.

Serre. Presentato il libro di Vito Eliseo “La Memoria dimenticata. I deportati serresi”

DiAlfonso Verruccio

Feb 24, 2024

L’auditorium “M. Simoncelli” di Serre è stato gremito di emozioni e riflessioni durante la presentazione del libro “La memoria dimenticata – I deportati serresi” di Vito Eliseo. In questo toccante lavoro, l’autore ha dato voce a numerosi uomini che hanno vissuto sulla propria pelle l’orrore della Seconda Guerra Mondiale.

Attraverso una vasta raccolta di materiale, che spazia dagli atti ufficiali alle cartoline, dagli elenchi alle testimonianze dirette, Vito Eliseo ha tessuto il racconto di storie drammatiche di uomini impegnati sul fronte. Le pagine di questo libro sono un monumento alla memoria di coloro che, lasciando la propria terra natìa, si sono trovati coinvolti in un conflitto che ha segnato per sempre il corso della storia.

“La memoria dimenticata” è più di un semplice libro: è un omaggio commovente a quei tanti giovani mandati al fronte a combattere al fianco dei tedeschi e che dopo l’ armistizio tra l’ Italia e le forze alleate ebbero nelle truppe teutoniche il peggiore nemico. Questo nuovo assetto determinò la sorte di oltre un milione di soldati italiani che ancora si trovavano sia all’ estero che sul territorio nazionale. Per molti di quelli dislocati fuori dai confini nazionali non ci fu scampo, furono catturati dai tedeschi e deportati in Germania. Quelli che erano in Italia ebbero migliore fortuna, potendosi confondere con la popolazione civile.

Attraverso le  pagine di questo libro, Vito Eliseo ci restituisce una parte della nostra storia che rischiava di essere dimenticata, e ci ricorda l’importanza di preservare e onorare il sacrificio di tanti giovani.

In un momento in cui i ricordi del passato sembrano svanire sempre più velocemente, “La memoria dimenticata” ci invita a non dimenticare le voci di quegli uomini che hanno vissuto la guerra e che meritano di essere ricordati e rispettati. Un libro che, con la sua potente narrazione, ci spinge a riflettere sul valore della memoria e sull’importanza di tramandare le lezioni del passato alle generazioni future.