• Mar. Giu 18th, 2024

Pagine del Cilento

Portale di informazione, news, cronaca, attualità della provincia di Salerno.

Pertosa. Successo per la prima edizione di Stillafest

DiAlfonso Verruccio

Giu 10, 2024

“Un successo per un viaggio tra i saperi dell’acqua che ha creato emozioni e nuovi progetti”. Così la presidente dell’associazione culturale Stila, Concettina Soldovieri, sulla prima edizione che si è conclusa da poche ore, di Stillafest, il festival nazionale di Scienze, Ambiente e Filosofia dell’Acqua dal
titolo “La goccia che ama la roccia” che si è svolto presso le grotte di Pertosa-Auletta e che ha visto per tre giorni convegni, talk, lectio, musica live, laboratori didattici, spettacoli teatrali, concerti musicali, mostre d’arte e visite guidate.
Un vero e proprio viaggio nella bellezza, tra cultura, tutela dell’ambiente, scienza, storia e filosofia che, partendo con l’anteprima del 31 maggio incentrata sulla didattica con “School Edition”, ha visto una tre giorni dal 7 al 9 giugno, di dibattiti internazionali sul tema della stilla, la goccia d’acqua da amare e tutelare, grazie alla partnership con gli Enti patrocinanti Regione Campania, Provincia di Salerno, Comune di Pertosa, Fondazione Mida, Associazione Grotte Turistiche Italiane, Parco Nazionale Cilento-Vallo di Diano e Alburni, Fondazione Il Cervene, Università degli Studi di Salerno, Legambiente Campania, Comunità Montana Vallo di Diano, Comunità Montana Alto Medio Sele e Tanagro, Ente Riserve Naturali Foce Sele -Tanagro e Monti Eremita Marzano, Centro italiano Riqualificazione Fluviali, Forum dei Giovani della Regione Campania, Associazione Italiana di Oceanologia e Limnologia, Assofrantoi Campania e Tetide.
“Un festival che ci ha fatto navigare tra i saperi dell’acqua, creando entusiasmo ed interesse di giovani, famiglie, studiosi e di artisti, attraverso l’incontro con storie ma anche con emozioni, studio e arte- spiega il presidente di Stillafest. -Un successo per il territorio- ha aggiunto – che è andato oltre ogni aspettativa e che segna l’inizio di un percorso che ci porterà a nuove progettualità”.
Cinque i convegni scientifico-divulgativi con al centro il tema dell’acqua nella scienza, nella storia, nella filosofia e nelle religioni, come ha sottolineato il teologo valdese, Vittorio Secco, nel suo intervento sul ruolo dell’acqua nel Nuovo Testamento- “L’acqua è presente in tutte le tradizioni canoniche neotestamentarie. In particolare -ha spiegato Secco- esploriamo la polivalenza del termine associato non solo all’ acqua; esperienza negativa e distruttrice del Diluvio, ma anche all’ acqua come elemento essenziale per la vita quale simbolo di cura e accoglienza e all’interpretazione del destino dell’ uomo e dell’ universo partendo proprio dall’ esperienza del Risorto. L’acqua- ha aggiunto- diventa elemento narrativo e simbolico, assumendo un ruolo di primo piano
nella comprensione del rituale battesimale, diventando così riflessione ecclesiologica dei primi cristiani”.