Cerca
  • info392115

Trentinara. Ora i matrimoni civili si potranno celebrare presso i luoghi più suggestivi del paese

TRENTINARA. Con una delibera di Consiglio, il Comune di Trentinara retto dal sindaco Rosario Carione, ha approvato la regolamentazione per la celebrazione di matrimoni ed unioni civili. Il matrimonio civile deve essere celebrato pubblicamente nella casa comunale davanti l’ufficiale di stato civile; si svolge a titolo gratuito quando viene esplicata all’interno dell’Aula consiliare, durante l’orario di servizio in vigore, ma su richiesta degli interessati, il rito civile può avvenire anche nell’ex Chiesa San Nicola, sita nell’omonima piazza, nel centro storico; sulla suggestiva Terrazza degli Innamorati e sulla Piazzetta Panoramica. Non si potranno celebrare matrimoni civili i giorni: 1 e 6 gennaio, la domenica di Pasqua e a Pasquetta, il 25 aprile, il 1° maggio, il 2 giugno, a Ferragosto, 1° novembre, e nei giorni dell’Immacolata, Natale e Santo Stefano, nonché il 16 ottobre, giorno della festività della santa patrona, Irene. La celebrazione del matrimonio fuori dall’orario di servizio comunale potrà avvenire previo pagamento della relativa tariffa. La richiesta deve essere inoltrata dieci giorni prima della data del matrimonio all’Ufficio Stato Civile del Comune da parte di uno dei due interessati. I richiedenti possono, a propria cura e spese, arricchire la sala o gli spazi con ulteriori arredi e addobbi, da rimuovere tempestivamente al termine della cerimonia. Non è consentito gettare riso, confetti o coriandoli; nel caso di danneggiamenti alle strutture concesse, la sanzione, a carico del colpevole, è di 150 euro.


Redazione


15 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti