Cerca
  • info392115

Roccadaspide. Dopo le proteste l'ASL promette di installare gazebo presso il Centro Vaccinale

Sembrano aver dato i primi frutti i numerosi solleciti inviati dall’ente comunale al Distretto Sanitario 69 Capaccio - Roccadaspide e le tante lamentele dei cittadini di tutta la Valle del Calore costretti ad aspettare il loro turno, per poter effettuare il vaccino, esposti al freddo e alle intemperie a causa della mancanza, dinanzi all’Hub della cittadina, di attrezzature capaci di offrire riparo all’utenza. La Direttrice del Distretto Sanitario, Pina Arcaro, dopo le ultime lamentele diffuse anche attraverso gli organi di stampa, ha inviato una nota di risposta al sindaco di Roccadaspide, Gabriele Iuliano in cui ha fatto sapere che la Funzione Aziendale competente si è attivata per installare, nei giorni sei e sette dicembre, due gazebi all’esterno della struttura vaccinale collocata, attualmente, al primo piano dell’ospedale di Roccadaspide. In questo modo gli utenti in fila potranno trovare riparo dalla pioggia, rispettando le norme di distanziamento, in attesa del loro turno. Dal Distretto hanno fatto sapere, inoltre, che l’Asl si è già attivata per l’approvvigionamento di tutto quanto necessario ad allestire anche i due box presenti all’interno del centro. “Come comune avevamo offerto la possibilità di farci carico delle spese per installare tali strutture al fine di riparare i cittadini in coda presso il centro vaccinale, ma per due mesi non abbiamo avuto risposta nonostante decine di solleciti. Ci fa piacere constatare che finalmente c’è stato un riscontro, ma se ci avessero risposto prima questa situazione si sarebbe potuta risolvere in due minuti, non in due mesi” ha affermato Gabriele Iuliano, sindaco di Roccadaspide.


Redazione


26 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti