Cerca
  • info392115

Per raggiungere Roccadaspide si potranno evitare gli otto tornanti. Approvata la variante

Da Capaccio Paestum si potrà raggiungere Roccadaspide senza percorrere gli otto tornanti di località Casalotti. La svolta storica è stata annunciata con una recente delibera della Giunta Comunale, retta dal sindaco Gabriele Iuliano, in cui si approva il progetto di fattibilità tecnica ed economica inerente il primo stralcio dell'opera conosciuta come "Via del Mare" che collegherà le aree interne degli Alburni con Capaccio Paestum e quindi con la Strada Statale 18. In pratica il primo stralcio, del valore complessivo di 970mila euro, prevede il miglioramento e l'ampliamento del tratto stradale che va dalla località Casalotti alla frazione di Serra e la realizzazione di un nuovo tratto stradale che condurrà sulla SS166 proprio in località Serra e già previsto nel Puc adottato. Un’arteria stradale che permetterà di raggiungere Roccadaspide, e quindi i servizi erogati nel comune, con facilità. “Si tratta di un’opera strategica fondamentale e indispensabile per accorciare i collegamenti verso i centri più grandi. La presenza dei tornanti ci ha portato, negli anni, tanti disagi e tante difficoltà anche in termini di investimenti sul territorio. Questo primo stralcio potrebbe essere realizzato in breve tempo, contiamo di realizzarlo entro un anno. E’ una misura che si inserisce in un progetto più ampio di collegamento con la frazione di Fonte” ha affermato Iuliano. L’adeguamento della strada, come si legge anche nella delibera comunale, si rende indispensabile per la sicurezza degli utenti in quanto l’arteria è sempre molto trafficata in entrambi i sensi di marcia. “Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto tanto che già siamo al lavoro per definire le procedure di acquisizione dei terreni e di esproprio. Ci auguriamo di procedere senza intoppi” ha continuato Iuliano. “La strada si rivelerà utile anche per i mezzi di soccorso che attualmente devono percorrere un’arteria la cui conformazione fatta di curve e pendenze non agevola gli autisti e i pazienti quindi anche per quanto riguarda l’assistenza sanitaria nelle aree interne porterà dei risvolti positivi” ha concluso il vicesindaco Girolamo Auricchio, attivo per la tutela della sanità nell’entroterra cilentano.

Alessandra Pazzanese


2,725 visualizzazioni0 commenti