Cerca
  • info392115

Castori e Avallone in visita a Roccadaspide e Capaccio Paestum dopo la promozione della Salernitana

Questa mattina Mister Fabrizio Castori, in compagnia del Dirigente, Salvatore Avallone, in visita a Roccadaspide per salutare i tifosi della salernitana. Ad attenderlo, dinanzi al Palazzo Municipale della cittadina, il sindaco, Gabriele Iuliano; il vicesindaco, Girolamo Auricchio e gli altri componenti dell’amministrazione comunale oltre a tanti tifosi che, si sono intrattenuti con l’allenatore, reduce dal grande successo della Salernitana per la promozione in serie A.

Questo il messaggio con cui Roccadaspide li ha accolti: “Il saluto della Città di Roccadaspide e dei nostri tifosi a Mister Castori, al Dirigente Avallone e alla Squadra U.S. Salernitana.

La nostra crescita passa anche attraverso l’identità di un territorio, che si riconosce nella squadra di calcio che lo rappresenta, una Squadra che vince e offre esempi di positività, nello sport come nella vita.

La conquista della serie A non costituisce solo una straordinaria impresa sportiva, ha anche, e soprattutto, una importantissima funzione sociale, di presa di coscienza, di consapevolezza e di capacità di riscatto di tutto il nostro Sud.

Ora avanti, con onore ed orgoglio.

Forza Salerno!”

Dopo la visita a Roccadaspide, Castori e Avallone si sono recati a Capaccio Paestum dove il primo cittadino, Franco Alfieri, li ha accolti regalando loro i gagliardetti della Città dei Templi.

Questo il messaggio di Alfieri riguardo alla gradita visita: “Stamattina abbiamo accolto a Paestum l'allenatore della Salernitana, mister Fabrizio Castori, e il team manager Sasà Avallone. È stato un modo per ringraziarli per la tanto attesa conquista della Serie A. Una vittoria che ha fatto gioire tutti, tifosi e non, perché c'è l'orgoglio dell'appartenenza a questa terra.

Le vittorie non sono un fatto casuale: dietro la vittoria di un campionato difficile come quello cadetto ci sono tenacia, impegno, sacrificio e c'è chi riesce a tenere insieme la squadra. Ma dietro la squadra che vince c'è anche la società, che ringraziamo per questo importante successo.

Abbiamo anche ricordato, nel 22esimo anniversario del rogo del treno, quei tifosi che hanno perso la vita per l'amore per la loro squadra.

Nel consegnare a Castori e ad Avallone una targa ricordo di Capaccio Paestum, abbiamo dato la disponibilità a ospitare la Salernitana per i suoi ritiri, sia per le eccellenti strutture ricettive della Città che per i due campi da calcio in erba sintetica, uno a livello del mare a Capaccio Scalo e uno a 400 metri di altitudine a Capaccio Capoluogo”.




41 visualizzazioni0 commenti