• Mer. Apr 24th, 2024

Pagine del Cilento

Portale di informazione, news, cronaca, attualità della provincia di Salerno.

Palomonte, il 3 marzo la finalissima del carnevale con sfilate in maschera, food, musica e premiazioni.

DiAlfonso Verruccio

Feb 28, 2024

“Carri allegorici ecosostenibili e abiti sartoriali realizzati a mano dalle maestranze locali, così puntiamo a far conoscere il nostro paese in tutta Italia”. Così, la Presidente della Pro Loco Palomonte, Gerarda Mastrolia, racconta il successo dello storico carnevale palomontese che da circa quarant’anni, anima i paesi della Valle del Sele e Tanagro e la cui finalissima dell’edizione 2024, si svolgerà domenica 3 marzo, a partire dalle ore 14, in località Bivio di Palomonte.

Un carnevale antico quello della cittadina di Palomonte, organizzato dalla Pro Loco Palomonte, in collaborazione con il Comune di Palomonte, che vede l’intero paese in festa e che quest’anno, ha raddoppiato le presenze di turisti e curiosi accorsi da tutto il salernitano nella cittadina della Valle del Sele per ammirare i carri allegorici realizzati con legno, materiali riciclati e cartapesta, ballare a suon di musica disco insieme a centinaia di figuranti con costumi sartoriali e degustare le specialità enogastronomiche servite nell’area food.

Dopo il successo e gli applausi per le due giornate di sfilate ed esibizioni dei carri allegorici e dei figuranti nelle frazioni di Perrazze e Valle di Palomonte, ora l’evento più atteso dell’anno si sposta per la finalissima di domenica 3 marzo, in piazza Monsignor Palatucci a Bivio di Palomonte dove alle ore 11 ci sarà l’apertura dell’area food, alle ore 14 avrà inizio la sfilata dei carri allegorici a cui seguirà la premiazione e dalle ore 18, la serata dance con la musica disco animata dai dj. Animazione e divertimento ma anche arte con la consegna dei premi da parte di una giuria qualificata di esperti, ai carri allegorici che verranno selezionati ed ai quali verranno consegnate una serie di targhe distinte in: coreografia, tema sociale, allegoria, impatto scenico, maschere e costumi, eleganza-semplicità, ed infine, evoluzione- movimento. Questi ultimi due invece, premi speciali alla memoria di due giovani carristi, Giada d’Elia e Adriano Chiola, scomparsi prematuramente in circostanze tragiche.